3b813b182b79849897820cd2e03d7ae2

BABY DRIVER

Sabato 30 Settembre – Domenica 1 – Lunedì 2 Ottobre ore 21.
La storia di un ragazzo che diventa amico di un boss criminale e la sua vita non sarà più la stessa. Tra love e crime story, un saggio raffinato sulle possibilità di rivisitazione di un genere.

83504-175010

Regia di Edgar Wright
Un film con Ansel Elgort, Kevin Spacey, Lily James, Eiza Gonzalez, Jon Hamm, Jamie Foxx
Genere Azione
Gran Bretagna, USA, 2017
durata 113 minuti
Warner Bros Italia

Baby, così viene chiamato, è un giovane che alla guida di un’auto è in grado di compiere le più spericolate evoluzioni. Questa sua abilità viene sfruttata da Doc, un criminale dall’aspetto borghese, con il quale ha un conto aperto che deve saldare. Baby deve anche occuparsi dell’anziano invalido che lo ha fatto crescere e si sta innamorando della cameriera di un fast food. Ciò che ora vorrebbe poter fare è staccarsi dal ciclo continuo di rapine che Doc orchestra.

Si apre infatti con una rapina e una fuga spericolata le cui sorti dipendono da Baby, un adolescente apparentemente autistico che vive protetto dalla corazza della musica. Di una difesa ha sicuramente bisogno perché Doc (un Kevin Spacey ingrassato per l’occasione) è estremamente guardingo, pericoloso e vendicativo. Purtroppo Baby non ha rispettato l’antico adagio che invita a non rubare in casa dei ladri ed è costretto a mettersi alla guida delle auto necessarie per le rapine finché non avrà estinto un debito. La musica però lo protegge da una realtà che lo vede al contempo attivo (alla guida) e passivo quando viene costretto a una nuova impresa. Mescolando suoni e voci provenienti dal suo quotidiano si costruisce una colonna sonora della vita che lo aiuta ad andare avanti senza dimenticare colui a cui deve (quasi) tutto. Il quale, non a caso, è sordomuto. Così lo stridio delle frenate, il rombo dei motori e i colpi di arma da fuoco trovano una loro oasi sonora in casa e nei suoi auricolari.
Wright riesce così a lavorare su un livello ‘altro’ rispetto a quello della crime story di base offrendoci un saggio raffinato sulle possibilità di rivisitazione di un genere. Ivi compreso quando vi innesta la love story che fa da contraltare alla lucida follia del personaggio interpretato da Jamie Foxx.

BABY DRIVER

Post navigation